Next event in:

  • 00 DAYS
  • 00 HR
  • 00 MIN
  • 00 SEC
+

Blog

Uno spunto, una riflessione, un commento, una critica: insomma il nostro diario

Il Brodetto

Categories: Gastronomia

Io non so bene come e quando ma ad un certo punto mi sono fissato con il brodetto, forse perchè considero il brodetto tradizionale marchigiano il più grande piatto di pesce possibile che dopo averne mangiati di leggendari anche i sapori di certi piatti stellati sembreranno poca cosa; ma quando ho cominciato a proporlo erano pochi a ordinarlo…

I brodetti uno che non è tanto pratico può avere l’impressione che siano tutti uguali e anche un po’ complicati con tutte quelle spine,quelle teste che girano nel piatto e poi l’unto alle dita,le macchie ai pantaloni…

Il brodetto scientifico di Fabio Tombari

La chiave per entrare è stata Fabio Tombari magnifico scrittore/cantore di queste terre, ha scritto anche di ricette – neanche fosse vissuto ai tempi dei show chef – e così il suo “Brodetto Scientifico” tratto da “I Ghiottoni” del 1939 è diventato uno dei piatti simbolo del ristorante.

Aggiungo che la ricetta tombariana è stata ridotta nella dimensione,voglio dire che il brodetto è di per sé un piatto unico e da parte nostra abbiamo cercato di renderlo funzionale al menu e (ai tempi) senza perderne le caratteristiche organolettiche e culturali.

La ricetta dicevo, il procedimento è quello tradizionale con aceto, cipolla, concentrato e con le piccole varianti che ogni famiglia porta con sé,però e qui sta l’intuizione, il pesce viene prima spinato,con teste e lische si fa un brodo a parte che poi rientra nel tegame per dare sapore durante la cottura.

Scientifico no?…e anche un po’ futurista…

 

Author: La Canonica

Lascia un commento